ATLETICA – La maratona come ai tempi di Filippide.

Il 9 Agosto ritorna la maratona più anacronistica del mondo. La  <2^Maratona Alla Filippide> da Chiaramonte Gulfia a Ragusa e Punta Secca. Tra l’8 e il 9 Agosto vero “Tour de Force” organizzativo per la No al doping di Ibla, con il Memorial internazionale Italia-Cina di tennis-tavolo ed il Torneo di Beach Hockey.

RAGUSA – Il 9 Agosto si corre la 2^ edizione della <Maratona “Alla Filippide”>, la 42 Km più “anacronistica” del mondo per il regolamento “sui generis”, che contempla il divieto di orpelli tecnologici, in ossequio all’antico gesto dell’emerodromo Filippide, dopo la Battaglia di Maratona del 12 Agosto 490 A.C. L’edizione d’esordio, come si ricorderà, si ebbe il 08/08/08, in concomitanza dell’inaugurazione olimpica di Pechino.

L’organizzazione è a cura del CSAIN di Ragusa, in collaborazione con l’Aiad Ragusa e la Pol “No al doping”di Ibla.
Tale <42 km> si corre con regole “all’antica” senza l’ausilio di orologi, cardiofrequenzimentri, cellulari, segnapassi ed equipollenti, senza cartelloni chilometrici, sponsor commerciali, montepremi, gonfiabili, transenne e tutto ciò che rammenti una maratona del XXI° secolo.

Tutto “a sensazioni” per il piacere di correre e di riscoperta dei territori, all’insegna della massima sportività.

Percorso molto facile ed abbastanza veloce che si dipana dall’Antica Stazione di Chiaramonte Gulfi sul Monte Arcibessi fino alla Casa del Commissario Montalbano sulla spiaggia di Punta Secca, passando per gli altopiani ragusani di Maltempo, Majorana e Tresauro, il suggestivo passaggio al Castello di Donnafugata e le campagne di Santa Croce Camerina prima di raggiungere la rinomata borgata rivierasca iblea, per la fatidica distanza totale di 42,195 Km.

Partenza, come da tradizione, al primo albeggio attorno alle ore 5.15, con la Federazione Cronometristi di Ragusa che comunque garantirà l’ufficialità della manifestazione, seppur caratterizzata da regole più turistiche che agonistiche.

Con molta probabilità prevista la presenza dei vincitori dell’anno scorso, il senese Stefano Passarello tra gli uomini e la stakanovista tedesca ma modicana d’adozione Inge Hack tra le donne. A tutt’oggi molte iscrizioni di podisti del Nord-Italia, che garantiranno sicuramente lo “zoccolo duro” partecipativo di questa simpatica iniziativa, visto che gli atleti locali, per via soprattutto dell’orario di partenza “da levataccia”, sono un pò restii a prendervi parte.

Come avvenuto per il 2008, simbolici premi e corone d’ulivo in testa solo per il Primo e la Prima “Podista-Filippide” all’arrivo con premi dedicati ai campioni olimpici del passato nell’area iblea, come Parmenide e Psaumide di Kamarina o l’araldo Archìa di Hybla, ma medaglie di partecipazione per tutti. Insomma un modo come un altro per coniugare al meglio, in loco, il binomio Sport/Turismo, che così tanti proseliti  fa nel mondo sportivo amatoriale della provincia di Ragusa.

Tale iniziativa podistica chiuderà il “Trittico” di Maratone del Gran Prix Ibleo CSAIN, iniziato lo scorso 11 Gennaio con la 6^ Hybla-Marathon e proseguita il 2 Giugno con l’Ecomaratona delle Cave Iblee, in favore dei terremotati d’Abruzzo, con Giuseppe Veletti della Road Runner Gela in procinto di conquistare il successo finale in tale Gran Prix.

NON SOLO ATLETICA – Ma per la Pol. “No al doping” di Ibla del presidente Pippo Cabibbo, il  2° fine-settimana di Agosto a cavallo dei giorni 8 e 9 costituisce senz’altro un “tour de force” organizzativo con ben tre iniziative di un certo peso nelle principali discipline sportive ove è impegnata.

Oltre alla alla “Filippide”, per sabato 8 a Piazza Malta è previsto il <Memorial  “Francesco Quartarone “>di tennis-tavolo, con l’incontro internazionale tra le rappresentative di Italia e Cina, con la formula della Coppa Davis. Previsto inoltre un torneo “Top 12″ tra i migliori pongisti di Sicilia e altri tornei amatoriali collaterali, il tutto inserito nel programma dell’Estate Iblea 2009.

Domenica 9, invece, è il turno della “sezione” ‘Hockey della polisportiva che avrà le sue incombenze organizzative per la prima edizione del “Beach-Hockey” di Marina di Ragusa a cura dei 2 coordinatori di sezione Ottavio Murè e Salvo Cutrone.

Insomma per la simpatica Polisportiva di Ibla, coadiuvata dagli inseparabili partner del CSAIN e dell’AIAD di Ragusa, di “carne al fuoco” c’è ne è sempre tanta, quando si tratta di Sport puro a vari livelli._

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...