VOLO/Parapendio – Intitolata una piazza ad Angelo d’Arrigo.

Angelo d’Arrigo morì a Comiso in uno “stupido” incidente aereo. Nel corso di una festa del volo, una piazza è stata intitolata a quel campione. A Messina, però.

LETOJANNI (ME) – Vi ricordate Angelo d’Arrigo? Siciliano, era diventato un esponente di punta del mondo del volo, quello senza motore. Viveva alle pendici dell’Etna, volava in compagnia delle aquile. Suoi alcuni dei record di questo sport. Morì proprio nella nostra provincia, il 26 marzo 2006, banalmente, cadendo con un ultraleggero durante una manifestazione di volo a Comiso.

Lo scorso 23 maggio, nel comune di Letojanni una piazza è stata dedicata al celebre pilota di volo a vela, presente la moglie Laura Mancuso che oggi anima la fondazione a lui dedicata.

Non una mera commemorazione, ma una grande festa con volo di ultraleggeri, parapendio e paracadute, fra spettacoli di giocolieri, trapezisti e la partecipazione di Enrico Patuzzi, campione italiano di acrobazia in parapendio.

Forte era il legame di D’Arrigo con questa terra e a Letojanni aveva fondato la sua scuola di volo, facendo della cittadina un punto di riferimento per tutti gli appassionati di parapendio e deltaplano._

Angelo d'Arrigo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...