MOTORI/Autogiro ibleo – Le campagne ragusane perfetto scenario all’Autogiro.

Concluso l’Autogiro ibleo, la vittoria a equipaggio palermitano. I primi iblei al 6° posto con una Fiat Dino Spider del 1972. Rinnovato l’invito al 2011.

RAGUSA – Il profumo delle campagne iblee. La magia dei monumenti barocchi. La sinuosità di un circuito ormai entrato nel mito, quello della “Monti iblei”.

Sono rimasti letteralmente incantati dal fascino dell’area iblea i partecipanti all’Autogiro della provincia di Ragusa, manifestazione internazionale di regolarità per auto storiche organizzata dal Veteran Car Club Ibleo e giunta alla quindicesima edizione.

L’ultima tappa di questa mattina ha regalato altre emozioni. Una immersione nella bellezza del territorio ragusano, con le vetture storiche che hanno impreziosito lo skyline di una terra, quella della Sicilia sud orientale, ormai entrata a buon diritto tra le mete predilette di quanti amano far turismo anche in occasioni del genere.

La lunga teoria di automobili d’epoca ha sostenuto prima una prova in contrada Giubilana e poi si è spostata a Chiaramonte Gulfi, dove, sul collaudato tracciato della “Monti iblei”, sono stati in molti a cimentarsi, con velocità moderate e adatte alle vetture in questione, in un’altra prova speciale.

Dopo la sosta in piazza Duomo, che ha risvegliato le passioni motoristiche degli abitanti del centro montano, i partecipanti all’Autogiro si sono dati appuntamento sul rettilineo della strada provinciale che collega Chiaramonte con Ragusa per l’ultima prova speciale. (continua dopo la foto)

L'utima prova speciale

Quindi, il rientro a Poggio del sole e la premiazione. A vincere l’Autogiro edizione 2010 un equipaggio di Palermo, Aucello-Vitale, su Abarth A112 del 1978.

Questi i piazzamenti nella classifica assoluta:

  1. Aucello-Vitale da Palermo, su Abarth A112 del 1978
  2. Baviera-Bramanti su Mini Cooper del 1972 proveniente da Siracusa;
  3. Lo Nardo-Piscitello su Fiat 1200 Coupè del 1958, proveniente da Palermo.
  4. De Simone su Lancia Ardea del 1952, proveniente da Palermo.
  5. Spataro su Mg Tc del 1940, proveniente da Trapani.
  6. D’Avola-Spadola – equipaggio ragusano – su Fiat Dino Spider del 1972.
  7. Bongiorno-Lombardo su Jaguar Mk2 del 1962, proveniente da Trapani;
  8. Di Mauro su Alfa Romeo Giulietta del 1956 proveniente da Catania.
  9. Provenzale-Giglio su Lancia Augusta del 1934, proveniente da Ragusa
  10. Lipari-Di Cristina su Lancia Appia prima serie del 1954 proveniente da Alcamo.

I premi assoluti sono stati consegnati sino al trentesimo e poi si è proceduti alla premiazione dei primi classificati per ogni categoria.

Grande la soddisfazione dell’intero consiglio direttivo del Veteran Car Club Ibleo per la piena riuscita dell’iniziativa sostenuta dalla Regione siciliana, dalla Provincia regionale di Ragusa, dai Comuni di Ragusa, Ispica e Chiaramonte Gulfi, con la collaborazione della Polizia di Stato e del comando provinciale dei Carabinieri oltre che dell’Asi, l’Automotoclub storico italiano.

Il Veteran Car Club Ibleo ha dato appuntamento a tutti i partecipanti alla sedicesima edizione in programma nel 2011._

Lo splendore di una MG inglese con lo sfondo della campagna iblea: il "Ragusashire" potrebbe funzionare a meraviglia.

.

I partecipanti/concorrenti sui tornati di Chiaramonte Gulfi

.

Una Om Superba tra le vie di Chiaramonte Gulfi. Se non fosse per qualche elemento di disturbo, lo scenario sembrerebbe proprio originale per l'età dell'automobile.

.

Il nuovo Ferrari ed il vecchio Dogde, con targa orginale americana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...