ARTI MARZIALI/Judo – La Koizumi Judo Club di Scicli tra medaglie e valigie.

Ancora podi per gli atleti della Koizumi Judo di Scicli che hanno sempre le valige pronte per andare a competere in tornei di tutta Italia. Il peso economico delle trasferte.

di Carmelo Mormina

SCICLI – Primavera di medaglie che continuano per i ragazzi della Koizumi Judo Club di Scicli allenati dal maestro Maurizio Pelligra.

Partiamo dagli scorsi sabato 7 e domenica 8 maggio dove a L’Aquila presso il Palazzetto dello Sport della Scuola della Guardia di Finanza, si è svolto il 13° Torneo Internazionale Città di l’Aquila con il 7° Memorial Brigadiere Augusto Desideri, gara valida per il Trofeo Italia Esordienti B.

La Koizumi di Scicli è stata rappresentata, per gli Esordienti “B” da Gabriele Bossettini e Alessandro Causarano che hanno gareggiato per la cat.50Kg, da Marta Causarano per la cat.63Kg e da Mariaclara Donzella per la cat.40Kg. Per gli Esordienti “A” della categoria Kg.50 la rappresentanza del club ibleo è stata delegata a Edoardo Rendo.

 La classifica finale ha premiato il costante impegno dei ragazzi, con Marta Causarano che, tanto per non farsi mancare niente, si è classifica 1^, Gabriele Bossettini si è preso il secondo posto, Mariaclara Donzella il terzo mentre Alessandro Causarano e Edoardo Rendo si sono classificati entrambi al 7° posto in cui, con beneficio, si può dire abbia giocato l’emozione del debutto e della prima gara “seria”.

Il punteggio dei propri atleti ha, ovviamente, favorito la Koizumi Judo che si è classificata al 2° posto come società.

Ma le peregrinazioni in lungo ed in largo dei judoka sciclitani non sono finite, perchè gli stessi atleti, dopo il rientro in città ed un periodo di intenso allenamento svolto sul tatami* della Koizumi sotto la supervisione maestro Pelligra, sono ripartiti per il 24° Torneo Internazionale “Citta’ Vallo di Diano” che si è svolto a San Pietro al Tanagro (SA) , valido per il Trofeo Italia Esordienti A-B. Anche qui, il podio ha sopportato il peso dei Koizumi con Gabriele Bossettini che sale sul gradino più alto nella ctg50kg conquistando la medaglia piazzando degli ippon** magistrali che hanno sbaragliato gli avversari. Sul gradino più basso, 2° posto per Mariaclara Donzella e 3° posto per Marta Causarano che, evidentemente, sono capaci di farsi rispettare in gara meglio dei “maschietti”. Alessandro Causarano, anche in questa gara, ha rinnovato il suo 7° posto con la tacita promessa che la prossima volta abbandonerà la posizione “sette” per salire più in alto. La Koizumi, nel suo complesso, ha raggiunto il 5° posto come società.

Tutto finito? Neanche per sogno perchè le valigie sono nuovamente pronte. Stavolta in partenza sono Roberta Azzarelli e Katrin Padua che sono state chiamate a far parte della rappresentativa Siciliana ai XV Giochi delle Isole che sono in svolgimento a Palermo fino al 29 maggio.

Sempre nello stesso periodo, prossimo importante appuntamento è per il 28 e 29 maggio al PalaFlorio di Bari dove si svolgerà il 5° Campionato Italiano di Judo under 23 M/F . Sul tatami saliranno i due atleti più significativi della Koizumi, Giuseppe Causarano che gareggerà nella cat.100Kg e Angelo Verdirame nella cat.Kg + 100.

Un elemento da mettere in evidenza è che la relativa lontananza della Sicilia e della provincia di Ragusa dai centri sportivi più rinomati, implica impegnative trasferte che incidono anche – e soprattutto – dal punto di vista economico. Troppo spesso questi sport “minori” ma di grande valore e impegno, vengono lasciati soli ad affrontare l’equilibrio di bilancio che spesso è invece squilibrio. Sono praticamente le famiglie – a volte con parziali contributi delle federazione – a sostenere il talento dei propri figli che danno lustro alle proprie città e che si impegnano al 100% nella propria vita scolastica e/o lavorativa e con lunghi pomeriggi di allenamento._

————

*[ tatami: è il tradizionale pavimento giapponese fatto di paglia di riso intrecciata e pressata. Per estensione è il pavimento su cui si allenato gli atleti di molte arti marziali, dal judo al karate. Oggi, i moderni tatami hanno lasciato la paglia di riso per passare a polimeri meno romantici ma meno costosi e più duraturi].

** [ippon: è il massimo punteggio che si possa ottenere nelle gare di judo e karate. Nel judo l’ippon ha diverse qualità per essere tale ma in linea di massima l’atleta che lo conquista deve dimostrare di avere effettuato una tecnica con assoluta padronanza mettendo l’avversario nelle condizioni di non potersi efficacemente difendere].

.

I premiati al torneo Citta' Vallo di Diano. Da sx Mariaclara Donzella, Gabriele Bossettini, Marta Causarano e Alessandro Causarano. Dietro il m.stro Daniele Alfano in veste di accompagnatore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...