CALCIO – Per Scicli un nuovo Per Scicli. Rinnovamento societario in casa di Maurizio Manenti.

Nasce un nuovo Per Scicli riformato nella dirigenza e nelle strategia. Un ampi0 coinvolgimento per aprire la società il più possibile alla società. Ed all’appello hanno risposto in tanti: buon segno perchè vuole dire che la città  è viva e si muove.

di Ottavio Modica

SCICLI – Il nuovo Per Scicli è stato presentato alla cittadinanza giovedì sera presso l’accogliente salone dello storico Palazzo Spadaro, in via Mormino Penna, alla presenza di innumerevoli persone, con la presenza dei genitori dei ragazzi del settore giovanile e tanti simpatizzanti.

Giuseppe Scarpata è succeduto alla signora Rossana Donzella che ha tenuto la carica di primo responsabile della società biancazzurra per ben cinque stagioni. Il cinquantenne imprenditore locale nel settore dei trasporti, Giuseppe Scarpata ha voluto portare una dose di entusiasmo in seno alla società, ove i dirigenti cominciavano a dare segni di stanchezza.

La nuova società vuole gettare le basi per un nuovo ciclo, puntando sulla riorganizzazione del settore giovanile a partire dai Piccoli Amici fino agli Allievi e sulla valorizzazione dei talenti locali.

E’ un Per Scicli che guarda al futuro con novità e conferme. Le premesse per fare bene ci sono tutte, almeno a giudicare dall’approccio organizzativo ed in proposito calza a pennello il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera”. Il nuovo organigramma societario è stato già definito: il presidente è Giuseppe Scarpata, il vice è Maurizio Manenti ed avrà compiti di supervisore tecnico forte della sua esperienza, direttore denerale Giuseppe Riela, che sarà responsabile dell’organizzazione di tutta l’attività della società, direttore sportivo Ignazio Salemi, responsabile della supervisione di tutte le categorie, fungendo da filtro tra la società e gli atleti, segretario è stato confermato Enzo Grassiccia, che si occuperà della parte burocratica e dei tesseramenti, curando anche la parte economica ed area marketing. (continua dopo la foto)

Il pubblico alla presentazione del nuovo Per Scicli. Si vede in prima fila Giovanni Gazzè che dalla responsabilità dei "Piccoli" passa a quella dei Grandi della Seconda categoria intestati a passare alla Prima. Accanto a dx, Peppe Causarano ex dell'Up Scicli che si occuperà di Esordienti.

Gli altri consiglieri sono Antonello Portelli, Sergio Iurato, Giovanni Russino, Francesco Aprile e Salvatore Aprile. Medico sociale è il dott. Enrico Papaleo, mai dimenticato centrocampista dai piedi buoni e dalla superba visione di gioco dello Scicli dei primi anni settanta, che incantava la platea. Si ricorda il suo esordio in maglia cremisi, nel campionato di Prima Categoria nel lontano 11 ottobre 1970.

“Ci presentiamo con largo anticipo – ha dichiarato con evidente emozione il neo responsabile del sodalizio Giuseppe Scarpata – per dare un’impronta diversa nei confronti della città di Scicli. La nostra neo realtà è sana ed aperta a tutti coloro i quali vogliono fare calcio in maniera trasparente, non esiste nessuna chiusura verso chi voglia partecipare al nostro progetto”.

Definito il quadro societario, la dirigenza del Per Scicli si è messa subito al lavoro per programmare la prossima stagione (in Seconda Categoria) con l’obiettivo di puntare al salto di categoria, allestendo una compagine di tutto rispetto, cercando di migliorare le prestazioni delle scorse stagioni, quando si è sfiorata la promozione in Prima Categoria.

A tal proposito è stato individuato in Giovanni Gazzè il tecnico in grado di dare una svolta alla squadra, il quale la scorsa stagione ha guidato i ragazzi Giovanissimi nel campionato regionale, raccogliendo tante soddisfazioni ed arrivando secondo dopo la squadra del Pantanelli Siracusa.

Poi, nella sfortunata ed inspiegabile gara di play-off contro il Real Avola sono stati eliminati dalla squadra aretusea.

Giovanni Gazzè nella guida tecnica sarà cooperato da Luigi Padua, ancora lui darà il suo contributo dal punto di vista tecnico-tattico. Nel settore giovanile avranno invece responsabilità Enzo Grassiccia e Maurizio Manenti (Allievi Regionali e Piccoli Amici), Peppe Betto e Claudio Minauda (Giovanissimi Regionali e Provinciali), Peppe Causarano ex centrocampista esterno dello Scicli anni ’90 (Esordienti), Tonino Gambuzza e Bartolo Burletti (Pulcini).

In qualità di preparatore dei portieri è stato designato Mimmo Arrabito, ex guardiapali cremisi che lo ha visto esordire il 22 maggio 1983, sul campo dell’Eurosolare Adrano, nel campionato di Promozione.

In conclusione, appare d’obbligo elogiare, comunque, il ruolo ed il comportamento esemplare dei vecchi dirigenti che fra mille difficoltà hanno cercato sempre di ben figurare, uscendo sempre da ogni manifestazione in modo molto dignitoso.

Sul fronte mercato la società vorrebbe riconfermare tutti i ragazzi della scorsa stagione ma sono stati avviati già una lunga serie di contatti con giocatori locali che avrebbero dato la loro disponibilità a sposare un progetto importante come quello del Per Scicli.

Certamente nelle prossime settimane inizieranno i valzer dei nomi su cui il direttore sportivo è chiamato ad un notevole lavoro. A parere dello scrivente la squadra va rinforzata adeguatamente almeno, un innesto per ogni ruolo. La dirigenza ha dimostrato di avere le idee chiare, ora si dovranno mettere in pratica(om)._

.

La nuova accoppiata di vertice. A sx Giuseppe Scarpata, presidente del Per Scicli ed imprenditore nel settore dei viaggi turistici accanto a Maurizio Manenti, vice presidente e praticamente il fondatore del Per Scicli, associazione culturale nata da altri soci per fini socio/politici e rilevata poi da Manenti fino a trasformarla in una vivacissima associazione sportiva.

Annunci

One thought on “CALCIO – Per Scicli un nuovo Per Scicli. Rinnovamento societario in casa di Maurizio Manenti.

  1. un gran lavoro di prospettiva che sta attuando il grandissimo Maurizio Manenti con il quale ho avuto il piacere di giocare nei suoi ultimi anni della gloriosa carriera. L’idea di unire le esperienza dei tanti ex giocatori cremisi riflette pienamente le mie idee di come organizzare il futuro del calcio a Scicli. Io ritengo che solo chi ha vestito quella maglia sa cosa vuol dire avere a cuore una causa come quella di portare avanti il nome sportivo di una città intera. complimenti ancora per quanto sta facendo Maurizio.
    MEMMO IURATO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...