ATLETICA/Peppe Greco – La gara delle polemiche con una minaccia: la facciamo gratis.

E’ l’anno delle svendite. Santoro pronto a fare AnnoZero per 1 euro,Gianni Voi pronto a fare la “Peppe Greco” aggratis. Con l’appoggio del Signore, quello Vero. Ed intanto attacca il sindaco di Scicli, Venticinque.

SCICLI – Se ci sono delle costanti, le polemiche sulla “Peppe Greco” sono tra queste. Nel corso dei suoi 20 annetti di ripetizioni, la “Peppe Greco” – gara podistica su percorso cittadino – è ormai diventata una grossa macchina organizzativa che, forse bulimicamente, necessità di sempre maggiori risorse per mettersi in moto. E che attira polemiche a iosa.

D’altra parte, i personaggi di alta caratura che l’associazione “Peppe Greco” riesce a portare a Scicli, sono tra i nomi di maggior spessore del panorama internazionale della corse su strada. Diversissime volte sono stati ospiti a Scicli nomi di campioni appena venuti fuori dalle Olimpiadi, oppure recordman internazionali pronti a fare il bis tra le basole ed il Barocco (utile per tutti gli usi) cremisi.

La Peppe Greco, però, non è una gara inserita in qualche calendario agonistico e quindi non fa testo ai fini delle classifiche. E’ piuttosto una semplice gara ad inviti rivolti ai grossi nomi. I quali per sobbarcarsi l’onere di arrivare fin qui, cosa strutturalmente meno agevole del prevedibile, si fanno pagare. La Peppe Greco è allora una sorta di “bien retiro” anche per atleti che sono ai margini delle vittorie agonistiche e trovano nella PeppeGreco il modo di arrotondare i propri guadagni.

Gianni Voi alla presentazione della edizione 2011 della "Peppe Greco" fatta a Milano.

Ecco perchè, anno dopo anno, la gara si è dimostrata idrovora di soldi, con Gianni Voi, patron e presidente della omonima associazione, sempre alla ricerca di quel fondo spese necessario. Sponsor privati ci sono, qualcuno anche grosso (pare ci sia la Ma.Fra quest’anno) ma senza i soldini pubblici, non si sposta una basola. Comune di Scicli e Provincia di Ragusa sono e devono essere sempre in prima linea. I finanziamenti a suon di milaeuro sono stati sempre accordati. Fondi che spesso sono stati spesi in strani giri, come quello per cui un’edizione fu presentata in Australia, con una discreta delegazione che partì in “gita” e di cui nulla si seppe.

Da qualche anno, lo scorso in particolare, le cose sono cambiate. Scicli non sembra più disposta a pagare, tanto che Voi lo scorso anno scisse la gara in due, con gli uomini a Scicli e le donne a Modica, dove l’amministrazione, più sensibile ai lustrini ed alle paillettes, non fece problemi di finanziamento. Ovvie le polemiche con la famiglia del dr Giuseppe Greco (Peppe Greco, appunto) a cui originariamente la gara cittadina era dedicata, pare pronta a ritirare il nome del congiunto ormai ricodato solo per cose negative che per l’esempio di sportivo e podista che era.

Ora siamo al 2011 e la prossima Peppe Greco soffre già di asfissia monetaria. Il problema è che se si girano tanti soldi ad una sola manifestazione che, per di più, dura qualche mezz’oretta, molta più difficoltà avranno le decine di società ed associazioni sportive ad avere anche solo 100€ di contributo pubblico per un intero anno sportivo e con decine di ragazzi da gestire.

Dal comune di Scicli e dal poco dinamico sindaco Venticinque, si cominciano ad evidenziare la difficoltà a nuovi finanziamento. Gianni Voi non ci sta e gliele canta direttamente “minacciando” di fare la gara gratis, senza chiedere un soldo pubblico.

La PeppeGreco è ormai una tradizione, questo è indubbio. Ma ciò non significa che debba mettersi di traverso rispetto ad una crescita omogenea delle attività sportive della provincia. Con la richiesta alle amministrazioni pubbliche che, in maniera trasparente, si impegnino a dichiarare cosa hanno in cassa e cosa destinano per le varie manifestazioni. Senza dover per forza ricorrere agli “amici degli amici” per farsi inseriri in capitoli e scorciatoie di sorta.

Qui di seguito l’integrale della lettera aperta del presidente della Ass. Peppe Greco, Gianni Voi.

°°°

—-“Il <Greco> non è questione di soldi ma solo di rispetto. 

Siamo alle solite. Il sindaco di Scicli, Giovanni Venticinque, per non dire ufficialmente che il “Memorial Peppe Greco” non sta nei programmi della sua Amministrazione, và all’attacco con argomentazioni che non riguardano lo spirito amministrativo della gara e lo stesso spirito sportivo con il quale da oltre 20 anni presentiamo la podistica internazionale nell’anello urbano del centro storico della città. Siamo alle solite, perché gia per la “Cavalcata di San Giuseppe” le colpe del fallimento della festa folkloristica/religiosa sono ricadute sul sottoscritto quando, invece, tutti erano a conoscenza della volontà forte dei bardatori di fermare qualunque organizzazione non fosse la loro. Già in quell’occasione il sindaco Venticinque è stato sulla stessa lunghezza d’onda dei detrattori di quella festa.

Una delle tante partenze del PeppeGreco

Ora il secondo atto nei confronti dell’Associzione “Peppe Greco” e del sottoscritto, quale presidente del sodalizio ed organizzatore della gara podistica. Giovanni Venticinque, rispondendo all’appello del sindaco di Modica Antonello Buscema che chiedeva, nei giorni scorsi, di conoscere le intenzioni del comune di Scicli sul futuro del “Peppe Greco” maschile ha detto di non aver ricevuto “alcuna richiesta di patrocinio o di contributo nè tanto meno una richiesta d’incontro per la programmazione dell’evento”.

Visti i precedenti, quando il primo anno di amministrazione venticinque è stato ridotto il precedente budget di contributo comunale e quando il secondo anno è stata dimenticata la previsione di contributo e sanata, questa, solo in zona cesarini dandone conferma, allora in una conferenza stampa, quest’anno abbiamo pensato di non chiedere alcun contributo con l’idea di tenere la gara maschile a Scicli chiedendo solo le autorizzazioni per la logistica e puntando sulle forze degli sponsor e del contributo della Provincia regionale di Ragusa (ringrazio, a tal proposito il presidente della IV° commissione provnciale Vincenzo Pitino e l’assessore provinciale allo sport Girolamo Carpentieri per aver inserito la gara nell’articolo 13 e del consiglio provinciale per essersi espresso favorevolmente votando la mozione di indirizzo sulle manifestazioni art 13).

Anche alla proposta informale di ottenere solo le autorizzazioni logistiche avanzate da alcuni sportivi sciclitani il sindaco Venticinque e qualche assessore a lui molto vicino hanno risposto picche confermando il loro disinteresse alla manifestazione. La cosa non ci ha assolutamente stupiti visti i precedenti con cui questi si sono mossi nei confronti del “Greco”.

Ai cittadini tutti mi preme far sapere che da parte dell’ Associazione “Peppe Greco” non è stato avanzato alcun ricatto nei confronti dell’amministrazione locale, nella forma cioè di chiedere il contributo altrimenti la gara non si sarebbe fatta, perché tale modo di agire non è stato mai patrimonio del nostro sodalizio sia nel passato che nel presente. Per questa città che amo e che amiamo, noi vogliamo essere una risorsa. E chiaramente la podistica internazionale maschile per la presenza atletica in campo e per il forte richiamo che ha dato negli anni, è una fonte di arricchimento.

Al sindaco venticinque ricordo che il “Memorial Peppe Greco” è parte di me e fino a quando il Nostro Padre mi terrà in vita mi farò in quattro per organizzare l’evento sportivo. Ed a chi, come ratio risolutiva della questione ha “auspicato” le  mie dimissioni da presidente dell ‘Associazione Peppe Greco per salvare la gara, dico che può attendere. Questo passaggio non è nelle mie intenzioni. Né ora e né MAI. Che lo sappia Giovanni Venticinque e chi gli sta vicino.

Il presidente dell’associazione Peppe Greco”, Gianni Voi”—

Annunci

One thought on “ATLETICA/Peppe Greco – La gara delle polemiche con una minaccia: la facciamo gratis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...