SPORT – Al via anche in Italia i casinò legali online.

La prima giornata italiana per il poker online che allinea l’Italia ad altri Paesi mondiali.

ROMA – Tre ore tra problemi, piccoli bug e tanta emozione. Si e’ chiusa cosi’ la prima giornata del poker online in versione cash game su gran parte delle piattaforme italiane, che hanno messo ben in evidenza sui propri portali l’arrivo della nuova variante del tavolo verde.

Qualche room ha avuto prevedibili problemi di messa in assetto del software, riuscendo ad aprire i battenti solo per pochi minuti, mentre altre si sono fatte trovare pronte per lo scatto appena dopo lo start. Saranno stati forse i troppi iscritti, ma alcune sale hanno riscontrato un totale crash del sistema.

Nel cash game la vera differenza con l’ormai ”vecchia” modalita’ torneo o Sit&Go sta nel puntare soldi reali e non piu’ chips. All’inizio della partita, dunque, i giocatori non pagano un ingresso obbligatorio, ma possono scegliere con quanto denaro sedersi al tavolo virtuale, fino pero’ ad un massimo di 1.000 euro.

Non esistono piu’ premi in base al piazzamento finale, ma ogni singola mano avra’ il suo vincitore. I tavoli, dai quali ci si puo’ alzare in qualsiasi momento, sono accessibili per chiunque, con puntate che variano dai pochi centesimi fino a decine d’euro.

Tanti i commenti, piu’ o meno entusiasti, sui forum specializzati del Texas Hold’Em e tante le mani giocate in appena 180 minuti disponibili (in attesa dell’entrata a regime prevista per venerdi’). Sulle principali poker room italiane si sono visti anche i giocatori professionisti accanto ai tanti nuovi players attirati dalla nuova variante. ‘

Questa e’ la vera essenza del poker – dice un utente sul portale pokerjam.it –, ma io personalmente continuero’ a giocare i tornei. Dedichero’ (forse) una piccola parte del mio tempo al cash”. ”Ora non bisogna per forza farsi prendere la mano e giocare obbligatoriamente al cash game – e’ il commento invece dell’utente Nerowolf -, anche io penso di continuare nella modalita’ torneo”. ”E’ stato emozionante – dice Flavio -, era comunque la prima volta che ho giocato cash game e devo ammettere che e’ andata anche benone, sono riuscito anche a guadagnare qualche euro”.

Intanto domani la finestra disponibile per giocare cash sara’ ancora dalle 14 alle 17, mentre mercoledi’ e giovedi’ dalle 8 alle 20 per il primo vero test. Da venerdi’ 22 luglio le poker room non potranno piu’ sbagliare, con la messa a regime.

RISCHI DELL’AZZARDO – Il poker Texas Hold’Em nella variante cash game e’ ormai una realta’ anche nelle piattaforme italiane, ma la possibilita’ di giocare con denaro reale fa crescere l’allarme ludopatie. ”Il vero rischio del poker online e’ che sta allattando le nuove generazioni’‘, spiega Rolando De Luca, psicologo e psicoterapeuta tra i responsabili di gruppi di terapia contro il gioco d’azzardo a Campoformido, in provincia di Udine.

”Non esiste un limite tra gioco responsabile e gioco d’azzardo – sostiene –. Siamo di fronte sempre a giochi di fortuna, dove il risultato e’ determinato esclusivamente dalla sorte. Il giocatore non puo’ in alcun modo interagire impegnando la propria intelligenza o la propria forza fisica o mentale”. De Luca ritiene molto piu’ rischioso l’online, soprattutto per le nuove generazioni ”quelle che usano di piu’ le nuove tecnologie come il computer e internet”.

Non serve a nulla credere nella favola che non possono accedere ai giochi vietati ai minori di 18 anni – spiega – perche’ possono benissimo utilizzare le carte di credito e i dati dei loro genitori. E comunque sono continuamente tartassati da pubblicita’ e spot che li mettono in contatto gia’ con questo mondo creando un rapporto di confidenza”.

A far cassa, comunque e’ sempre lo Stato, definito dal professore un vero e proprio ”biscazziere”. ”Le famiglie italiane – sottolinea – possono spendere circa 800-900 miliardi di euro in un anno e li investono in carta straccia, anche in un momento di difficolta’ per tutti come questo che stiamo vivendo”. ‘‘Chi azzarda – conclude – tende ad abbandonarsi a presunti poteri che sfuggono alla propria razionalita‘. C’e’ un momento in cui quest’ultima viene messa in un angolo ed il rischio, quello estremo, prende il sopravvento”.

Di parere completamente opposto i giocatori professionisti. ”Io credo che sia un grosso sbaglio pensare che il poker sia un gioco d’azzardo – sostiene Dario Minieri, membro di punta del Team PokerStars –, perche’ ha come fattore principale quello psicologico e poi quello matematico. Se tutte le volte vincono sempre le stesse persone non e’ un caso”.

Bisogna sempre giocare in relazione alla disponibilita’ di denaro che si mette a disposizione per il poker – e’ il consiglio di Antonio Tarantino, del team online della Picca rossa -, ma questo vale per ogni cosa nella vita: non possiamo spendere 3.000 euro al mese se ne guadagniamo solo 1.200, no?”.

Quando ci sono i soldi in ballo e’ chiaro che si parla di gioco d’azzardo – afferma Max Pescatori, capitano del Team di Gioco Digitale –, allo stesso tempo pero’ questo e’ controllato dalle abilita’ del giocatore”.

‘Le regole fondamentali in questo gioco sono gestione del denaro, studio ed esperienza – gli fa eco la compagna di squadra, Carla Solinas -, non si devono fare partite al di sopra delle proprie possibilita”’.

Il gioco cash non comporta maggiori rischi rispetto al poker che si e’ giocato fino ad oggi – conclude Andrea Dalle Molle, del Team Pro di Italypoker –, sicuramente c’e’ bisogno di una maggiore capacita’ di controllare le proprie emozioni anche quando le cose vanno storte. Ad un giocatore inesperto consiglierei di partire dai limiti bassi e studiare tanto”.

(fonte: Ansa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...