ATLETICA – Torna in campo Filippide. In solitaria tra i muri a secco della “magna grecia”.

Ancora nel mito di Filippide, l’araldo che comunicò ad Atene la vittoria sui persiani. Il 14 agosto da Chiaramonte a Punta Secca senza altro aiuto che la propria forza di volontà. La scheda di iscrizione.

RAGUSA – Nuova edizione della “Maratona alla Filippide” il 14 agosto prossimo, dopo il successo dello scorso anno per questa prova di atletica e podismo legata alla tradizione più vera della corsa.

E’ una maratona che maratona non si può, perchè si corre nel pieno rispetto dello spirito olimpico più puro, nel giorno del Plenilunio di metà agosto. Ogni podista dovrà correre – a pena di squalifica – in condizioni di quello che l’organizzazione definisce “momentaneo isolamento spazio-temporale“. Ed il riferimento è proprio alle stesse condizioni che furono compagni di percorso e fatica 2500 anni fa nel 490 a.C., quando Filippide (o Fidippide) corse da Maratona ad Atene dopo la vittoria sui Persiani per annunciare la vittoria e, dopo avere gridato “Νενικήκαμεν” (Nenikékamen, “abbiamo vinto”), crollò al suolo morto, stremato dallo sforzo.

Ovviamente il finale della Maratona alla Filippide che viene fuori dalla fantasia sportiva di Elio Sortino e Mimmo Causarano non si pensa debba essere così cruenta. A parte che lo un tale spirito di abnegazione è ormai scomparso dal mondo del XXI secolo, quello che importa è la riscoperta del senso di quella corsa.

Ecco allora che i moderni araldi dovranno correre senza cronometro da polso, cardiofrequenzimetri e altri strumenti di rilevamento temporale. Chi fa podismo, sa cosa non avere il cardio che segnala il ritmo del cuore dando il ritmo al passo oppure non sapere a quanto sei dalla meta per dare fondo alle energie. Una gestione del “Se” al 100%, mentalmente ed atleticamente naturale dove il rapporto tra Mente e Corpo sarà fondamentale.

La Maratona alla Filippide prende spunto regolamentare dalle “randonneè ciclistiche“, dalle mega-granfondo libere, più escursionistiche che agonistiche, dove ogni ciclista è soprattutto in sfida contro se stesso , senza l’eccessivo fondamentalismo delle rigidità burocratiche e regolamentari.

La Maratona avrà comunque la copertura cronometrica a cura della FICr di Ragusa e all’arrivo a Punta Secca ogni Maratoneta potrà venire comunque a conoscenza del reale tempo impiegato.

Sarà stilata una classifica ed è garantito l’omologazione del tempo con la partenza che avverrà all’alba dalla Vecchia Stazione di Chiaramonte.

Nei prossimi giorni pubblicheremo una dettagliata scheda del percorso in vista dell’approssimarsi della data del 14 agosto, prevista per questa caratteristica gara che lo scorso anno vide la vittoria dello statunitense Mike Hewit.

Per info contattare Elio al 328.00.06.568 o  Mimmo al 331.57.85.084

————

scarica la scheda di iscrizione


.

La statua dedicata a Filippide in mostra a Maratona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...