ARMI/Tiro Sportivo – 11^ giornata campionato Fsts con i tiratori iblei in giornata “SI”.

Punti e primi posti per i tiratori iblei che da Pedalino e da Scicli avanzano – senza baionetta in canna – verso i vertici della classifica.

di Cristiano Nasta*

CALTAGIRONE – Si è svolta a Caltagirone (CT), presso il poligono di tiro dell’ATS Sicilia, l’undicesima giornata di gara, terza ed ultima disputata di notte, del Campionato Siciliano di tiro Ex-Ordinanza e Sportivo della Federazione Siciliana Tiro Sportivo (FSTS).

Tutte le tre categorie in gara, due (A e B) per le armi definite “Ex-Ordinanza” ovvero quelle armi adottate, in passato, da eserciti o forze di polizia nel mondo, con le sole mire metalliche (Cat. A) o con l’uso di ottica originale o esattamente uguale all’originale (Cat. B “Siniper”), la terza (Cat. C “Sport”) riservata alle armi moderne liberamente personalizzabili, senza limiti di ingrandimenti relativamente all’ottica, con l’unico obbligo di adottare un calibro consentito per l’uso venatorio.

La gara si è svolta puntualmente dalle 21:00 di sabato, per concludersi oltre le 5 del mattino di domenica con le premiazioni e i saluti. ed ha riservato numerose sorprese, ritrovando alla fine vincitori inaspettati e numerosi capovolgimenti di fronte.

In Categoria A è Giovanni Canzonieri, di Pedalino (Comiso/Rg), ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio, che col Mosin Nagant M39, realizza il punteggio di 95. Alle sue spalle Adriano Assenza, di Scicli (RG), con Mosin Nagant 1891/30 e 90 punti più una mouche. In terza posizione Santo Dibennardo, anche lui di Pedalino, con 85+1 punti ottenuti con un Carl Gustafs M96. (continua dopo la foto)

Podio Categoria A

A sorprendere, positivamente e non, è il catanese Giuseppe “Fifì” Carbone, attuale leader della classifica generale per entrambe le categorie Ex-Ordinanza, che pur non andando oltre il sesto posto nella classifica della gara, realizza una splendida prova di rosata di soli 42,5mm a 100 metri e in notturna, alla quale nessuno si avvicina e che gli frutta 25 punti in classifica generale, riservati a che realizza la migliore prova di rosata.

Podio Categoria B

In Categoria B, i tiratori dello Sniper Club di Pedalino, spadroneggiano conquistando i primi tre posti , rispettivamente Santo Dibennardo con Mosin Nagant 1891/30 Sniper e 98+2, Giovanni Pluchino (RG) con Zastava M76 e 97+1 e Giovanni Canzonieri con Mosin Nagant 1891/30 Sniper e 96+1. Anche la migliore rosata è loro, realizzata da Giovanni Canzonieri che la strappa a Fifì Carbone a gara quasi conclusa, con un diametro di 37mm contro i 46 del catanese.

Ed è nuovamente Fifì Carbone che in categoria C sorprende davvero tutti, realizzando con un HS-Precision in calibro .308, 96 punti e 2 mouches, conquistando la prima posizione in questa categoria che l’ha visto raramente partecipe. Alle sue spalle Santo Dibennardo con 95+5 punti realizzati con un Sabatti Black Eagle Matt1 e Gianlucio Scerbo, di Caltagirone (CT), con 95+1 usando un Sabatti Alpine L Cal. 222.

Da segnalare l’ottima prova del Vice-presidente della FSTS, Ranieri De Maria che si piazza in quarta posizione utilizzando un’arma non sua, ovvero un Remington 40XB Tactical, con 94+2 punti. Solo quinto Gaetano Brancato, di Ravanusa (AG), diretto inseguitore di Dibennardo in classifica generale, che, pur avendo realizzato una splendida prova di rosata misurata in soli 16,5mm, si vede superare da Dibennardo stesso che ne realizza una più stretta di solo 0,5 millimetri, aggiudicandosi i 25 punti.

Podio Categoria C

Classifica generale  – Nella Cat. A, Carbone mantiene la prima posizione (276 punti) grazie ai punti conquistati nella prova di rosata. Segue a brevissima distanza Giovanni Canzonieri (261). Ancora in terza posizione malgrado due assenze consecutive, il messinese Giovanni Squillaci a 124 punti. In quarta posizione Santo Dibennardo con 123 punti. Da segnalare Adriano Assenza che grazie alla prova realizzata, avanza dal 17° all’11° posto

In Categoria B ancora Carbone guida la classifica con 255 punti, segue Dibennardo con 193 che scavalca Ettore Arrigo, nuovamente assente, con 170 punti in terza posizione.

In Categoria C, Dibennardo allunga su Brancato portandosi a 282 punti, lasciando il tiratore agrigentino in seconda posizione a 161 punti. In terza posizione Mario Zago, ottavo in gara. Da segnalare Carbone che con la vittoria conquistata, si porta da 24° all’ 11° posto, De Maria che avanza dal 18° al 12° e Scerbo che scala 10 posizioni portandosi dalla 30° alla 20°.

Da non dimenticare le Prove di solidarietà IOM, il cui ricavato va interamente devoluto alla ricerca sulle cellule staminali tumorali effettuata dall’Istituto Oncologico del Mediterraneo (IOM) di Viagrande (CT) e che, da punto di vista sportivo, frutta 5 punti in classifica generale a chi la esegue con esito positivo. In questa gara la prova IOM consisteva nel colpire con un singolo colpo, un piatto circolare del diametro di 16 cm per la categoria A, un cero disegnato su cartoncino, per la categoria B e la fiamma di una candela accesa disegnata su cartoncino, per la categoria C. Le prove IOM sono state in tutto 42, superate 17 volte.

L’instancabile commissione di gara vedeva Jolanta Bartosiak in segreteria, Salvatore Scuderi e Claudio Messina sulle linee di tiro e Salvo Petta come direttore.

Il prossimo appuntamento col Campionato Siciliano è per il 28 agosto presso l’Ass. Dragoni Sputafuoco a Misilmeri (PA) che vedrà disputarsi una gara, valida solo per la categoria Sport, con carabine in calibro .22LR a 50 metri, in collaborazione con BR ITALIA.

[* membro Fsts]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...