ATLETICA/Vivibla – Ancora Maurizio La Carrubba sul podio della podistica ragusana.

Maurizio La Carrubba vince la 13^ edizione del Vivibla, una tra le più antiche gare podistiche ragusane.  E domani il Bye Bye all’Estate.

testo | elio sortino
foto | organizzazione

RAGUSA – E’ stata una bella festa sportiva la disputa della 13^ edizione del VivIbla, la podistica più attempata del capoluogo, celebratasi in notturna venerdì 16 settembre, a corollario della festa di Maria SS. Addolorata. Location più che suggestiva, con un circuito di 830 metri da ripetere 6 volte, per una 5000 da correre tutta tra le basole dell’antico quartiere degli Archi di Ragusa Ibla.

Nella prova assoluta a vincere è stato il portacolori della Barocco Running di Ragusa Maurizio La Carrubba, che ha corso i suoi 5000 metri nel crono finale di 17’05”, che non è affatto male, considerando il leggero strappetto in salita che contraddistingueva il circuito ibleo.

Il forte podista ragusano ha da subito imposto il suo ritmo, seguito dal bravo Santo Monaco della Placeolum di Palazzolo Acreide, che alla fine è giunto secondo staccato di 6  secondi.

A completare il podio un regolare Enzo Taranto, portacolori della No al doping di Ragusa Ibla,  la società di casa, che ha chiuso la sua fatica nel tempo di 17’23”. Poi Sergio Rimmaudo della Padua Ragusa (17’34”) quindi al 5°  posto Pippo Passanisi del Marathon Club Avola e reduce dalla faticosa vittoria nell’Eco-trail di Pantelleria che ha chiuso il suo 5000 in 17’57”.

Scorrendo la classifica al 6° posto un altro podista di casa, con Gianluca Carfì del Padua Ragusa (18’03”), 7° Giovanni Scivoletto della Tre Colli Scicli (18’45”) e all’8° posto un altro atleta della Padua Ragusa con Peppe Licitra in 18’56”.

Tra le donne vittoria della sciclitana Alessia Gambuzza sulla distanza dei 3500 metri, col tempo di 17’30”, su Maria Rosetta del Csain Ragusa. Tra gli Over 55 la vittoria arrideva a Roberto LaTerra della No al doping di Ibla, su Emanuele Assenza della Barocco Running, quindi il vittoriese Vincenzo Di Pasquale (pure lui No al Doping) , 4° il catanese Giampaolo Schillaci della Fiab Sicilia. (continua dopo la foto)

La partenza del Vivi Ibla.

Ma il VivIbla ha visto pure la disputa di una batteria giovanile sulla distanza dei 650 metri, che ha visto impegnati soprattutto ragazzini locali, con la vittoria di Andrea Denina della No al doping in 2’24”, su Daniele Colosimo e a seguire Marco Lo Presti a completare il podio giovanile.

Va quindi in archivio anche questa edizione del VIVIBLA, la parente povera del Peppe Greco coeve, essendo entrambe tenute annualmente a Settembre e nate pressocchè nello stesso periodo con 1990 il Peppe Greco nel 1990 ed  il VivIbla nel 1991 con quest’ultimo che però, negli anni a cavallo dei due millenni, non ha disputato alcune edizioni.

Ma, anche  quest’anno, il Vivibla è stato messo su  a metter con un budget pressocchè parrocchiale, lontano anni luce dalle cifre che girano attorno alle blasonate podistiche siciliane.

Ed ancora, prima del Peppe Greco 2011, un’altra podistica a Ragusa, stavolta nel Centro storico superiore con martedì 20 settembre, con la disputa in notturna della 1^ Edzione del Bye-Bye Estate, al City di Villa Margherita, dalle ore 20.30 in poi. Un altro circuito suggestivo sotto i famosi Tre Ponti ragusani._

.

Maurizio La Carrubba premiato come primo arrivato della Vivi Ibla.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...