CALCIO/Eccellenza – La Leonzio calcio a rischio radiazione. Ma forse oggi….

Dopo il rogo della sua auto, il presidente della Leonzio ha passato la mano. Squadra in svendita, anzi, da cedere gratis. Ma nessuno si fa avanti. L’amministrazione comunale, chiamata in causa, ci ha messo la sua parte. E forse oggi….

LENTINI – Situazione che versa in stato di veglia pre/comatosa, per la Leonzio, storico blasone del calcio siciliano e che si è scontrata con una realtà sociale di difficile gestione. 

Dopo che al presidente della società, Piero Cundari, è stata bruciata l’auto, tutto il direttivo ha letto questo come un messaggio da cui trarre una sola conclusione: l’esperienza di gestione della Leonzio 1909 era, per loro, conclusa.

Ancora oggi, non c’è una certa associazione tra questo fatto mafioso e la gestione Cundari della società di calcio. Cundariè un imprenditore nel settore delle energie rinnovabili e le indagini stanno andando verso la ricerca di forme di estorsione e racket. Ma di certo quel fuoco all’auto del presidente ha surriscaldato il clima sociale che dalla società hanno denunciato come “sfavorevole” – per usare un eufemismo – al mantenimento di questa realtà calcistica.

Il fu presidente della Leonzio, Piero Cundari (foto: satsicilia)

Una beffa, per tante società che si dibattono nella crisi finanziaria avere, la Leonzio, un gruppo direttivo che si dichiarava capace di avere una buona gestione economica e finanziaria e poi affondare, anzi, liquefarsi per delle fiamme. Che però, sempre a sentire la società, sono divampate anche su una certa dose di indifferenza della città e dell’amministrazione comunale.

Dopo il rogo dell’auto, Cundari – un passato anche politico nel centro/destra fino ad essere assessore Udc nella vecchia giunta Mangiameli – ha dato il rompete le righe a tutti, permettendo che i suoi giocatori cercassero e trovassero altre collocazione. Lui, il presidente si è irrevocabilmente dimesso lasciando la carica “pro forma” al suo direttore generale, Fabio Danese, adesso direttamente “generale” di questo esercito senza armi e combattenti. Una carica ed un direttivo solo per evitare il fallimento legale della società. Ed in attesa di un nuovo interesse avanzato da qualcuno.

Siamo qui – dice il neo presidente pro tempore Danese per senso di responsabilità, per non far fallire la società, destino cui andrebbe incontro se il direttivo tutto si fosse dimesso senza essere sostituito. E siamo qui per offrire, gratis, le redini di questa gloriosa società a chi voglia sentirsi in grado di portarla avanti“. Ma fino ad oggi, nessuno si è fatto avanti.

Il “gratis” è comunque sottolineato da Danese, che ricorda come con la presidenza Cundari, si siano spese diverse migliaia di euro per la manutenzione e gestione del campo. “A nostro carico ci sono stati diversi interventi, fino alla complessa gestione del manto erboso, che oggi ha una qualità invidiata. Ma accanto alla gestione pratica, devo dire che avevamo organizzato la società in maniera ottimale, con impegno, serietà e professionalità. Forse un’organizzazione adatta ad un campionato pro di serie C“.

Il sindaco di Lentini, Alfio Mangiameli (foto: sito amministrazione)

Ma adesso, C o Eccellenza, tutto è saltato o, meglio, bruciato. E la palla passa all’amministrazione comunale chiamata in causa, però, per non avere dimostrato segni di interesse per questo aspetto sociale che è una società di calcio. E non si parla di intervento economico, quanto di partecipazione “simpatetica” al progetto. Con qualche intervento pratico, che non guasta mai. All’impianto di illuminazione, da rivedere. O alla questione annosa delle tribune gloriosamente chiuse al pubblico e senza che nessuno riuscisse a trovare il bandolo della matassa.

La palla-che-scotta è, ora, all’amministrazione comunale, come “prestatore di ultima istanza” prima della definitiva chiusura. E come in altre realtà (es Modica, Pozzallo), rimane in mano alla politica gestire la parte “circenses” del vecchio detto latino per cui, per far ubbidire e far stare calmo un popolo si deve dare “panem et circenses(*).

Il sindaco Alfio Mangiameli – a capo di un’amministrazione di centro/sinistra – non ha intenzione di lasciare morire la Leonzio. Lo abbiamo raggiunto al telefono in semi/emergenza perchè proprio oggi un guasto al centralino del comune, ha messo ko i telefoni.

Da quando abbiamo saputo che il vecchio direttivo della Leonzio era dimissionario – ha detto – ci siamo subito mossi per avere un contatto con altri imprenditori ma devo dire senza risultato fin qui. Oggi però (29 settembre, ndr) alle 16:00 è prevista una riunione con un gruppo di Catania che è interessato a rilevare le gestione della società e quindi a non far morire la Leonzio. Se oggi ci sarà qualche riscontro positivo, già domenica in qualche modo qualcuno scenderà in campo per interrompere il rischio di arrivare alla radiazione della squadra per consecutive mancate presenze sul terreno di gioco“.

In effetti, la Leonzio, domenica prossima sarebbe alla terza assenza. Avrebbe solo un bonus di un’altra domenica perchè dopo 4 assenze, la radiazione è automatica.

(D) – Che tipo di interesse c’è da parte di q uesto gruppo catanese? “Di mantenere in vita questa storica società di calcio – risponde il sindaco. Certo, dovremo verificare tutto e non sarà questione di un minuto perchè deve essere chiaro che con la società Leonzio ci si prende anche la gestione dell’impianto sportivo. Meglio mettere le cose in chiaro, per evitare poi continue discussioni su chi fa cosa“.

(D) – In effetti sulla gestione dell’impiantistica sportiva, ci sono state delle critiche. Esempio l’impianto di illuminazione, il manto erboso, le tribune. “Per l’impianto di illuminazione – risponde Mangiameli – si tratta di un calo di tensione causato dall’Enel con cui il comune di Lentini, ha un contenzioso. Per questo l’Enel ha ridotto la potenza erogata in tutta la città. Avevamo chiesto di evitare il campo sportivo ma la società ha proceduto lo stesso. Per il manto erboso, lo abbiamo consegnato alla Leonzio calcio in perfetto stato, con l’obbligo della manutenzione, quindi è stato un intervento dell’amministrazione. Per le tribune, sono state inagibili solo per la scorsa stagione. Prima della scorsa estate, avevamo concordato con la società Leonzio che loro avrebbero fatto degli interventi necessari in tribuna A per fare in modo che poi si potesse procedere al collaudo. Erano lavori da fare circa entro la metà di agosto. Ma noi non abbiamo avuta nessuna comunicazione in tal senso. Insomma, se si vuole dare colpa all’amministrazione, il bersaglio è sbagliato. Ed ho avuto prova quando nello scorso consiglio comunale del 21 settembre, dove si parlava del destino della società, molti dei tifosi presenti hanno preso, per così dire, le difese del comune additando invece le responsabilità della società di calcio“.

Quindi, oggi alle 16:00 un nuovo passaggio intra/comunale per vedere se per la Leonzio si prospetta un campionato, magari acciaccato ma comunque giocato. O l’oblio del ricordo._

[* Frase del poeta latino Giovenale: « …duas tantum res anxius optat panem et circenses» (..il popolo due sole cose ansiosamente desidera, pane e i giochi circensi).  ai tempi di Roma, antica, chi governava si assicurava il consenso popolare con elargizioni economiche e con la concessione di svaghi a coloro che erano governati, che in questo caso le corse dei carri tirati da cavalli che si svolgevano nei circhi come il Circo Massimo e il Circo di Massenzio. Per estensione, la locuzione è stata successivamente usata per definire l’azione politica volta ad attrarre e mantenere il consenso popolare mediante l’organizzazione di attività ludiche collettive, o ancor più specificatamente a distogliere l’attenzione dei cittadini dalla vita politica in modo da lasciarla solo alle élite]

.

La fu squadra della Loenzio 1909. Sulla maglia lo sponsor SiSolar, la società del presidente Cundari.

Annunci

One thought on “CALCIO/Eccellenza – La Leonzio calcio a rischio radiazione. Ma forse oggi….

  1. se la società leonzio aspetta una soluzione dall’amministrazione comunale.TEMPO PERSO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...