INFRASTRUTTURE – Per favore, attaccate sta’ spina!

Una prolunga di qualche euro, pare, stia bloccando la possibilità di un pieno utilizzo del rinnovato “palazzetto dello sport” di Jungi.

SCICLI – Ma quando costa una prolunga per collegare un paio di prese? E quanto può costare a squadre, atleti, presidenti, tifosi non poter iniziare un campionato?

Certamente non c’è paragone tra le due cose. Ma a quanto pare a Scicli, al rinnovato “palazzetto di plastica” di Jungi, in quel geodetico che sopperisce alla mancanza di un serio e vero palazzetto, per una prolunga che colleghi i canestri alla rete elettrica, lo spazio può essere usato solo dal basket e mini-basket, con difficoltà d’uso da parte delle altre discipline sportive.

Infatti, l’area di gioco del geodetico viene compartita e divisa tra basket, pallamano, pallavolo, pallatamburello. In questa co-abitazione, ovviamente, ci si trova con i diversi campi segnati sul terreno di gioco. Ma questo non crea nessun particolare problema agli atleti che sono ben capaci di definire i propri spazi, quasi dimenticando le altrui linee di campo. (continua dopo la foto)

L'interno del geodetico di Jungi, dopo il rinnovo alla copertura e na' mano di vernice.

Ma se si possono dimenticare le linee, difficile è giocare facendo finta che ci siano le porte (quando non ci sono) o che si possa tirare la palla col tamburello quando questa sbatte contro i canestri.

Perchè allo stato attuale, i canestri del basket e del minibasket, sono fissi e non possono essere rimossi per far spazio agli sport.

E sti’ canestri non si possono togliere perchè manca una prolunga che porti la corrente elettrica agli stessi canestri che sono dotati di un motorino elettrico che, con un bottone, permette di ritirarli lasciando campo libero agli altri. O, in alternativa alla prolunga, ci vuole “uno” che faccia un buco per terra, sollevando la pavimentazione stesa e tiri fuori la presa che è annegata nel pavimento e li, magia, attaccare la presa dei canestri.

Insomma, una cosa talmente elementare che sembra anche uno scherzo. E, ad essere amaramente sorpresi i ragazzi dell’handball dello Scicli Sport Club, che continuano a non potersi seriamente allenare perchè la presenza di questi canestri inamovibili. Ed il loro campionato, la serie B e ad oggi la massima espressione cittadina di categoria, comincia dopo/domani. Dice il presidente Parisi: “Abbiamo un gap di allenamenti sul campo e la squadra non si è potuta allenare in modo ottimale, per la mancanza delle porte e per la presenza dei canestri di basket sul campo di gioco di pallamano, che per un problema elettrico non è stato possibile spostare e che quindi riducono in maniera sostanziale lo spazio di gioco”.

Tirato in ballo, l’assessore allo Sport Enzo Giannone, spiega. “Partiamo da un fatto: abbiamo aperto questa struttura con un certo anticipo per permettere a 150 ragazzini del basket di avere uno spazio in cui allenarsi, invece di stare fuori all’aperto. Questa fretta ha lasciato gli ultimi ritocchi da fare tra cui, appunto, questo collegamento elettrico. Per farlo le soluzioni sono due. La prima è fare le cose per bene chiamando la ditta da Catania che con il laser tagli la porzione di pavimento necessaria a portare alla luce le prese a cui collegare i motorini elettrici dei canestri; la seconda è prendere 20 metri di prolunga e fare la cosa in via temporanea. Noi come amministazione stiamo facendo la prima e proprio oggi (3 nov, ndr) i tecnici della ditta sono al lavoro al geodetico; temporaneamente,  se necessario, qualcuno poteva prendersi 20 metri di prolunga e fare questo non complicato intervento. Per quanto riguarda le porte (della pallamano, ndr) – prosegue Giannone – anche qui stiamo aspettando dei tiranti adatti che anche questi devono venire da Catania e che non siamo riusciti a reperire in loco. E stiamo parlando di un paio di giorni. Insomma, si tratta di buona volontà e di attendere qualche giorno. Nulla più“.

Il geodetico, praticamente unica struttura sportiva polivalente della città di Scicli, è stato pienamente ristrutturato con una spesa di circa 300.000€. Dalla copertura al piano di gioco, dagli impianti tecnologici agli spalti. Un intervento completo che ha ridato questo spazio alla città, effettivamente molto atteso. Rimane in itinere, invece, la sistemazione dell’adiacente campo di calcio, destinatario del manto in erba sintetica ma che rimane in stand-by “con le quattro frecce accese” come dice Brumotti a Striscia-la-Notizia.

Gli orari di accesso al geodetico sono ormai definiti, anche se per preferenze delle società, tutte si accalcano nelle ore serali lasciando, per esempio, completamente scoperta la fascia 15,00-17,00 creando congestione in determinate fasce e desolazione nelle altre.

Accando a questo impianto, creato anche un campo di calcio a 5 per allenamenti e partite di campionato, anche se quest’anno a Scicli ci sono solo un paio di squadre di campionato provinciale. Una scelta specifica dell’amministrazione che in tal modo ha preferito portare fuori dall’impianto il calcio a 5, memori dei problemi causati dalle pallonate che hanno compromesso (leggasi: distutto)  alcuni accessori, come tabellone elettronico e panchine in plexyglass.

Completiamo, parlando proprio dello Scicli Sport Club che si avvia al debutto di campionato. Oltre ad avere messo in “maglia” Riccardo Tasca, Francesco Parasiliti, Michele Scarnato, Giorgio Raniolo, Giuseppe Scarnato, ha ieri (2 nov) preso anche Renato Savarese, già titolare di maglia in A con il Rosolini, Ragusa, Siracusa.

Il Campionato Regionale di Serie B di quest’anno è molto difficile – dice il presidente del club Enrico Parisi Assenza il tasso tecnico è molto elevato per la categoria, quindi avevamo l’esigenza di andare a rinforzare l’organico in alcuni ruoli. Sabato la prima gara ufficiale di campionato a Siracusa contro l’Albatro, squadra organizzata e tosta, che avremmo preferito incontrare magari più avanti, visto il gap di allenamenti sul campo che abbiamo rispetto alle altre squadre“.

"Data ultimazione lavori: 20/08/2010". Commento: " Co comutu".

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...