CALCIO/Promozione – L’Up Scicli perde la sua prima in casa.

Lo Scicli perde l’imbattibilità casalinga ad opera dello Scordia, che continua la sua corsa all’inseguimento della Leonfortese. Il portiere dello Scicli tra il sorpreso ed il distratto.

Scicli 2 – Gymnica Scordia 3

testo e foto | ottavio modica

 SCICLI – Lo Scicli perde in casa, anche se i cremisi protestano per il secondo gol subito in chiara posizione di fuorigioco. Per il resto la difesa deve recitare il mea culpa per una condotta di gara al di sotto della sufficienza, con momenti di amnesia incredibili. Si è imposta la squadra che alla distanza ha mostrato di possedere una cifra tecnica nettamente superiore e di certo maggiore personalità, sia sul piano individuale che collettivo. 

Lo Scicli ha cercato di contrastare la supremazia dello Scordia, ma è stato costretto ad ingoiare il rospo, pur avendo creato dopo il pareggio le occasioni per segnare.

Al 2°, prima azione degli ospiti con il pimpante Oliveri (classe 1994) che crea scompiglio nell’area dello Scicli, cross al centro, difesa distratta e il bomber Sammartino non si fa pregare nel battere, con un tiro non irresistibile, il sorpreso Yuri Lutri.

Al 7°, Messina viene lasciato, inspiegabilmente, solo in area, palla fuori. Al 12°, punizione dalla trequarti destra ad opera dell’esperto Nicotra per la testa di Sammartino, il quale batte il distratto Yuri Lutri. In precedenza la posizione dell’attaccante era nettamente in fuorigioco (come testimonia la foto). Per il sig. Prolettini, collaboratore del sig. Riso, è stato tutto regolare. (continua dopo la foto)

.

Se quello con la maglietta a righe è un giocatore dello Scordia, allora il fuorigioco è in piena fase di costruzione.

.

Al 17°, Claudio Vindigni in area pescato da un assist di Francesco Amenta tira di prima intenzione, la difesa respinge in angolo. Al 29°, accorcia le distanze Claudio Vindigni, bravo nel battere a rete di prima intenzione un cross di Peppe Romeo, oggi schierato a sorpresa con compiti di suggeritore.

Al 35°, ripartenza dei cremisi con Francesco Amenta il quale si fa anticipare da Gulizia in uscita. Al 42°, punizione da venti metri circa di Nicotra, la sfera lambisce il palo alla destra di Lutri.

Nel secondo tempo prima sostituzione della gara, Stefano Scifo rileva un Ciccio Drago apparso provato durante la prima fase di gioco. Lo Scicli spinge a tutto gas sulle fasce creando qualche pericolo e mettendo in seria difficoltà l’esperto Mimmo Guarino al centro della difesa.

Al 10°, arriva la rete del pari, fa tutto Claudio Vindigni sulla fascia sinistra, lunga galoppata con uno scatto da centometrista, appena dentro l’area calcia all’angolino basso della porta, dove Gulizia con la punta delle dita riesce a deviare la sfera, per Stefano Scifo è un vero gioco mettere la sfera alle spalle dell’esuberante portiere ospite.

Al 13°, Stefano Scifo, dentro l’area, da posizione laterale effettua un tiro che impegna Gulizia, che para in due tempi. Al 18°, sempre Scifo fallisce di testa la rete, dopo che Castiglia aveva “lisciato” la sfera, a pochi passi dalla porta. Al 20°, Francesco Amenta fermato in fuorigioco a seguito di un cross del generoso Claudio Vindigni.

Al 33°, vantaggio definitivo degli ospiti ad opera del capitano Monteleone, il quale scatta sul filo del fuorigioco, controllo e pallonetto millimetrico a scavalcare Yuri Lutri in uscita. Subito il gol i cremisi cercano la reazione, ma forse hanno speso un po’ tanto nel recuperare il risultato sul 2-2 e così la loro azione diventa compassata e prevedibile con gli ospiti che amministrano con mestiere il vantaggio. Gli assalti finali dei cremisi appaiono privi di lucidità ed evanescenti. Al 95°, giunge il fischio finale del direttore di gara, ponendo fine ad un match sicuramente avvincente, che penalizza oltremodo i cremisi. Forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.

Con questa battuta d’arresto, comunque, i cremisi compromettono quanto di buono hanno fatto fino adesso, anche se bisogna dimenticare tutto presto e concentrarsi sulla gara di Rosolini, in un derby che si preannuncia ricco di emozioni.

.

I "furono Cremisi" in maglia rosa/shocking virata al fucsia macho/man.

°°°

SCICLI: Lutri, Voi, Roccasalvo (45° st Scifo E.), Assenza, Savà (23° st Grimaldi), Dongola, Vindigni, Gazzè, Drago (1° st Scifo S.), Romeo, Amenta –  In panchina: Bonuomo, Cuffaro, Brafa, Tasca. All: Pino Rosa.

GYMNICA SCORDIA: Gulizia, Caniglia, Benefico, Secondo, Castiglia, Guarino (23° st Favara), Messina, Oliveri, Sammartino (47° st Di Perna), Nicotra, Monteleone (42° st Di Bella). –  In panchina: Cultrera, Fazio, Fagone, Manzella. All.: Mimmo Guarino.

Arbitro: Riso di Enna – Collaborato da Salvi e Prolettini di Siracusa.

Marcatori: 2° e al 12° pt Sammartino, 29° pt Vindigni, 10° st Scifo S., 33° st Monteleone.

Ammoniti Assenza e Tasca nello Scicli, Guarino e Di Bella nello Scordia. Angoli: 6-2 per lo Scordia. Recupero: pt 0’, st 5’. Spettatori 200 circa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...