VOLO/Deltaplano – Serata di premiazione della “Fondazione Angelo D’Arrigo”. A Catania.

La Fondazione Angelo D’Arrigo, il grande pilota di deltaplano caduto nei cieli di Comiso nel 2006, premierà a Catania Alessndro Ploner, altro grande pilota italiano.

testo | redazione

BASSANO DEL GRAPPA/CATANIA – Un appuntamento “tacco-punta”, visto che proprio parliamo di Italia, con a protagonista Alessandro Ploner, 35 anni di San Cassiano (Bolzano), pilota di deltaplano e con quattro titoli mondiali e due italiani, pluri campione nazionale di motoslitta e maestro di sci nella vita. 

Sabato 26 novembre, ore 19, Alessandro invitato dall’Aero Club Montegrappa e Alpstation, sarà il protagonista di una serata, per raccontare e svelare i segreti della sua strabiliante carriera: tecniche,  preparazione, motivazione e dettagli tecnici per mettere a punto l’attrezzatura prima di affrontare il cielo in volo senza motore.

Alessandro Ploner, trentino e pluricampione. Con Angelo D'Arrigo, siciliano, condividevano la grande passione per il volo. Ploner sarà premiato a Catania dalla Fondazione Angelo D'Arrigo.

Alessandro Ploner, trentino e pluricampione. Con Angelo D'Arrigo, siciliano, condividevano la grande passione per il volo. Ploner sarà premiato a Catania dalla Fondazione Angelo D'Arrigo.

Un prologo, questo nordico che vedrà poi, il prossimo Lunedi 28, a Catania al Teatro Metropolitan di Catania, alle ore 20,30, Alessandro Ploner ricevere un importante riconoscimento da parte della Fondazione Angelo D’Arrigo. Si tratta del premio omonimo, giunto quest’anno alla quinta edizione e che porta il nome di un altro grande del volo prematuramente scomparso nel  2006 e tragicamente a Comiso durante una sessione di volo con un amico (vedi).

D’Arrigo fu pilota di deltaplano e etologo di fama internazionale. Compì imprese straordinarie volando sul deserto del Sahara seguendo la rotta dei falchi migratori, guidando lungo la Siberia uno stormo di gru per reintrodurle nel loro habitat naturale, sorvolando le vette dell’Everest e dell’Aconcagua.

In passato il riconoscimento è stato assegnato a  Simona Atzori, a Piero Angela, a Margherita Hack ed a Pietro Mennea.

Lo spettacolo vedrà alternarsi sul palco artisti come Angelo Branduardi e la cantautrice Giana Guaiana con i Lautari, mentre la storica compagnia dei Fratelli Napoli  presenterà un progetto teatrale volto a consacrare la figura di Angelo D’Arrigo quale nuovo pupo siciliano nel  leggendario universo delle marionette.

Il ricavato della vendita dei biglietti sarà utilizzato per i progetti di solidarietà della Fondazione D’Arrigo, guidata da Laura Mancuso, moglie di Angelo. Quelli realizzati negli ultimi anni, la costruzione di un asilo nido e  di una postazione medica nel piccolo villaggio di Paccarectambo in Perù, ricordano la imprese e gli ideali di Angelo._

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...