ARTI MARZIALI/Judo – Se un oro, due argenti e due bronzi vi sembran pochi…

Dall’oro al bronzo, passando per un paio di argenti. Il percorso della Koizumi Judo Club di Scicli nel torneo Internazionale Bellizzi di Salerno.

testo e foto | carmelo mormina

SCICLI – E’ stata la città di Salerno, lo scorso week end, ad ospitare il “Torneo Internazionale Bellizzi”, gara riservata a tutte le classi di età e ultima tappa del prestigioso “Trofeo Italia”. Ed a Salerno erano anche i judoka della Judo Club Koizumi accompagnati dal maestro Maurizio Pelligra.  

La squadra si è presentata numerosa, convinta delle proprie capacità affinate in tante ore di allenamento sul tatami nel dojo (vedi), quello che è il nome orientale ufficiale delle palestre dove si pratica il judo . Ed i risultati hanno dato ragione a chi crede nel valore di questi giovani atleti.

I primi a scendere sui campi di gara, il sabato, sono stati i due esordienti A, Edoardo Rendo nella cat. Kg 50 e Andrea Di Stefano nei 36 kg. I due giovani, dopo aver disputato una gara maestra hanno avuto accesso alla finale, riuscendo però “solo” a prendere le medaglie d’argento. Un risultato di tutto rispetto per Edoardo ed Andrea, praticamente per la prima volta sotto la luce dei riflettori di una gara “lontani da casa”.

 Domenica, invece, è toccato ai ragazzi appartenenti alla classe esordienti B, con Gabriele Bossettini nella cat. kg 55, Serena Pitrolo nei kg 52, Mariaclara Donzella nei 44 Kg e Marta Causarano cat 70 kg. Ed anche qui, la Koizumi ha portato a casa diverse medaglie. La prima, l’oro, con Gabriele che si è affermato senza troppi patemi d’animo nella sua classe. L’argento è invece portato in dote da Serena, anche lei con un percorso molto netto che solo ha mancato l’acuto finale. Ed infine, due bronzi importanti per le due atlete “veterane” dei palazzetti nazionali come Mariaclara e Marta.

Anche la classe “Cadetti” vede i colori “cremisi” ai primi posti, con Angelo Vilardo, 5o kg che porta a casa un meritatissimo secondo posto con medaglia d’argento allegata. E, tutto sommato, si deve anche dire che in questo secondo posto ha influito un arbitraggio poco limpido e condito anche da qualche errore di troppo.

Soddisfatto Maurizio Pelligra, sempre più orgoglioso dei risultati che i “suoi” ragazzi riescono a portare a casa, distinguendosi in tornei di prestigio e dando prova che l’impegno, la serietà e, perchè no, il sacrificio personale sono i condimenti fondamentali per avere un risultato di prima qualità.

Adesso gli atleti riprenderanno un periodo di allenamento molto intenso che si alternerà tra gli allenamenti di tecnica e preparazione atletica sotto la supervisione dei preparatori, aspetti fondamentali che devono fondersi con armonia nel corpo e nella mente di chi pratica le arti marziali.

Il tutto anche in vista dell’ultimo appuntamento, a conclusione della strepitosa stagione, che è la “Coppa Sicilia”, gara riservata ai migliori 4 atleti siciliani di ogni categoria. La Koizumi attende le convocazioni da parte del direttore tecnico regionale, con il “rischio” di dovere scegliere perché tutti gli atleti sciclitani hanno i requisiti per potervi partecipare._

.

Il gruppo dei medagliati del Trofeo Internazionale Bellizzi di Salerno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...